Mezzo bicchiere di vino per la Santa

È il giorno di Santa Lucia, tradizione magica per i bambini come per gli adulti…

Come in diverse parti d’Italia, qui a Parma è particolarmente viva e molto sentita, intimamente radicata nel cuore di tutti noi, la tradizione che vede come protagonista Santa Lucia.
Ogni città la celebra in maniera diversa; qui è il giorno dell’anno che i bimbi attendono con più smania, e la notte tra il 12 e il 13 dicembre è quella dei bilanci, quella in cui faticano un po’ di più ad addormentarsi, in cui si domandano se sono stati abbastanza bravi o se riceveranno del carbone al posto dei regali chiesti nella letterina.

La sera del 12, prima di andare a letto, i bimbi di Parma mettono sotto la finestra una delle loro scarpe più belle, vicino a un piattino con pane o biscotti per Santa Lucia e qualche carota per il suo asinello, e a una ciotola di acqua. E il mattino dopo si svegliano prestissimo, perché dopo bisogna andare a scuola, ma è troppa la voglia di godersi i regali.

 

Di solito, Santa Lucia non incarta i regali. Lascia qualcosa nella scarpetta, dolci nel piattino rimasto vuoto, qualcos’altro nella ciotola dove lei e l’asinello hanno bevuto l’acqua. I doni scartati, il colpo d’occhio da tuffo al cuore non appena si accende la luce, sono uno dei ricordi più intensi e magici dell’infanzia parmigiana – e non solo.

 

Santa Lucia va anche nelle scuole; lascia qualche regalino per la classe, qualche dolce per i bimbi, e a volte tracce del suo passaggio… o di quello dell’asinello.

 

Ognuno se la immagina a modo suo. Per i più, comunque, è una giovane bella e dolce, accompagnata da un asinello con una sacca piena di regali per i bimbi buoni, da consegnare previa letterina scritta circa un mese prima.

 

Era in realtà una giovane cristiana, martirizzata per la sua fede e per questo accecata, e diventata in seguito patrona della vista.

Ma il giorno di Santa Lucia coincide anche con il giorno in cui le giornate iniziano ad allungarsi, “il giorno più corto che ci sia”, e stasera, a salutarci, troveremo anche una cascata di stelle cadenti, le Geminidi, forse le più belle dell’anno. Un giorno speciale, insomma.

 

Santa Lucia ha una diffusione strana, in Italia. Sentitissima a Parma e Piacenza, poco nel resto dell’Emilia. In parte della Lombardia, parte del Veneto, in Trentino e in zone del Sud Italia, soprattutto Sicilia – era di Siracusa. In ogni città italiana, la sua tradizione assume forme diverse.

 

In Sicilia le si lascia anche mezzo bicchiere di vino, che sicuramente la aiuta benissimo ad affrontare questa lunghissima e magica notte…

 

SHARE :
Data pubblicazione: 13DIC
All

Post Author: lambruscoadmin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *